Prestiti

I prestiti online sono soluzioni alternative fornite dai tradizionali istituti di credito. La possibilità di sottoscrivere e gestire completamente online, senza alcun intervento intermedio, è favorevole al recente aumento significativo delle richieste di prestito online.

Uno degli aspetti più apprezzati dei prestiti online è senza dubbio la più grande garanzia di risparmio. In effetti, il processo relativamente lento e l’assenza di alcuni elementi di spesa ausiliari (le previsioni dei prestiti tradizionali) consentono ai finanziatori di offrire queste soluzioni di finanziamento online per applicare tariffe più favorevoli e persino promozioni speciali.

Oltre alla gestibilità, i prestiti online possono anche essere utilizzati per ridurre notevolmente il calendario. Infatti, in molti casi la liquidità richiesta può essere ottenuta entro 24/48 ore dall’invio della richiesta. Come con tutti gli altri prestiti erogati dalle banche, i prestiti online garantiscono anche il rispetto di un elevato standard di sicurezza e un’analisi approfondita delle condizioni finanziarie del richiedente prima che venga consegnato l’importo richiesto.

Definizione prestito

Con un prestito, è possibile ottenere una somma extra da un’agenzia di credito autorizzata, che verrà rimborsata su una rata mensile. L’ammontare della rata includerà la quota capitale e il capitale netto determinati al momento della firma del contratto.

Prestiti: pro e contro

Ti forniscono la liquidità necessaria per gestire le spese o rimborsi significativi o imprevisti mediante pagamenti rateali proporzionali al tuo reddito su base mensile.

Non è necessario specificare lo scopo dell’importo richiesto.

Se lo stato di credito del richiedente non è affidabile, all’istituto di credito deve essere fornita una sicurezza aggiuntiva come l’intervento di un garante.

Senza specificare la quantità di denaro richiesta, il mutuante adotterà un tasso di interesse più elevato per proteggersi dal rischio di bancarotta.

Prestiti: cosa c’è da sapere

I prestiti servono a ottenere denaro extra che dovrai tornare all’istituto di credito di tua scelta pagando rate mensili.
L’importo della rata includerà una certa percentuale del capitale e una parte degli interessi, che è ciò che dovrai pagare alla banca per un periodo di tempo. A seconda del tuo scopo, puoi scegliere la soluzione di finanziamento più adatta. Prima di fornire l’importo richiesto, l’agenzia di credito verificherà alcuni dei requisiti specifici del titolare e la credibilità del richiedente.

Come ottenere un prestito?

Per ottenere prestiti personali, devi essere maggiorenne, avere una residenza italiana, avere un conto corrente e avere una fonte di reddito affidabile. In questo modo, sarai in grado di dimostrare al tuo istituto di credito di tua scelta la tua capacità di supportare i pagamenti del tasso di cambio.

Fino a quando non viene fornita l’importo richiesto, l’agenzia di credito verificherà il tuo merito creditizio valutando il rapporto tra le rate e il reddito, in genere non oltre il 30%. In questa fase, i dati forniti dal Centro rischi (CRIF) saranno anche consultati per confermare che non ci sono problemi critici nella cronologia dei crediti, come i pagamenti ritardati e mancati.

Calcolo prestito

Il calcolo del prestito è un processo di base quando si ordina un prestito, consentendo al richiedente di conoscere il costo associato al prestito. Il calcolo di un prestito consente di trovare la rata del prestito e l’importo che il creditore del prestito paga alla banca. Per calcolare i fondi, è necessario considerare i seguenti fattori:

L’importo del prestito (€) è stato detratto da tutte le tasse
Tasso d’interesse sui prestiti (%), tasso d’interesse nominale (TAN)
Periodo di prestito (mesi / anni)
Periodicità delle rate del prestito

Cosa valutare per un contratto di prestito

Quando si sottoscrive un contratto di credito bisogna prestare attenzione ai seguenti elementi:

  1. tasso di interesse applicato
  2. prezzi e condizioni, inclusi gli oneri in caso di mora
  3. ammontare del finanziamento e modalità di erogazione
  4. TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale)
  5. TAN (Tasso Annuo Nominale)
  6. numero, importo e scadenza delle rate
  7. eventuali oneri esclusi dal calcolo del TAEG
  8. possibili garanzie, se richieste
  9. possibili coperture assicurative non incluse nel TAEG
TAN e TAEG: cosa sono?
TAN e TAEG sono due indicatori utili per valutare la convenienza di un finanziamento:
TAN (Tasso Annuo Nominale)
È il tasso di interesse applicato al capitale finanziato, viene espresso percentualmente su base annua.
TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale)
Misura il costo complessivo del prestito, infatti a differenza del TAN include anche tutti gli oneri accessori a carico del cliente. Viene espresso percentualmente su base annua.

Consigli utili

Mancato pagamento della rata del prestito

Se non si paga una rata: gli interessi vengono maggiorati; viene applicata una mora; il proprio nominativo viene inserito nella lista dei cattivi pagatori.
Per questo, prima di sottoscrivere un finanziamento, è bene valutare con attenzione la propria capacità di rimborso delle rate tutti i mesi.

Estinzione anticipata del prestito

Questa soluzione consente di restituire il capitale residuo e gli interessi maturati prima della scadenza naturale del contratto di finanziamento. L’estinzione anticipata prevede per il risparmiatore il versamento di una penale, che risarcisce la banca della mancata riscossione degli interessi applicati alle rate non pagate. La convenienza di questa soluzione dipende anche dalla tipologia di piano di ammortamento scelto.

Principali di Istituti di credito per richiedere un prestito

 

Agos Ducato
agos-ducato
Banco di Napoli
banco_di_napoli
BNL
bnl
Compass
compass
Findomestic
findomestic
IBL
ibl
Inpdap Inps
inpdap inps
Intesa Sanpaolo
intesa sanpaolo
Poste Italiane
poste italiane
Unicredit
unicredit